Conservazione del pesce surgelato

Il modo naturale di conservare senza additivi.

Conservazione pesce surgelato: ecco cosa stabilisce la normativa comunitaria.

Il pesce surgelato è un prodotto il cui consumo è da anni in costante aumento.

Negli anni più remoti, la resistenza al consumo è stata massiccia soprattutto in quelle città di mare dove la cultura del pesce fresco è sempre stata ben radicata. Oggi, finalmente, queste resistenze e i relativi pregiudizi sono stati superati grazie all’importante opera d’informazione da parte degli addetti ai lavori. Difatti sappiamo che le proprietà nutrizionali dei prodotti ittici surgelati sono le stesse del corrispettivo pesce fresco.

A seguito dell’aumento nei consumi di questi prodotti è cresciuta anche l’attenzione da parte della normativa comunitaria, che regola e controlla in modo rigido i processi di surgelazione, di conservazione e l’etichettatura.

A seguire il parere di F. Peron, responsabile divisione surgelati AIIPA (Associazione Italiana Industrie Prodotti Alimentari): “Ai prodotti surgelati composti non è consentito aggiungere conservanti. Lo stabilisce un Decreto Legislativo del 1992 che ha dato attuazione ad una direttiva CE dedicata agli alimenti surgelati. Può accadere, a volte, che determinati ingredienti impiegati nella preparazione di prodotti surgelati composti contengano dei conservanti e che questi, dunque, si ritrovino nel prodotto finito, senza avere alcuna funzione di conservazione del prodotto stesso”.
Il conservante perciò non serve alla surgelazione, ma può essere utile per la materia prima che potrebbe deteriorarsi nella fase di lavorazione che precedono la surgelazione. Un esempio ammesso dalla legge è quello dell’utilizzo di conservanti per crostacei e cefalopodi, come succede per i gamberi.

In altre parole la surgelazione non ha bisogno di conservanti, poiché è essa stessa un modo naturale di conservare.

Fidagel nel pieno rispetto della normativa comunitaria e perseguendo sempre l’obiettivo di offrire ai consumatori prodotti “naturalmente freschi”, nei laboratori artigianali di Riposto (CT) non utilizza alcun additivo in fase di lavorazione perché propone, in linea con la lunga tradizione nel settore della pescheria, solo prodotti ittici al naturale “controllati, fidati e surgelati”.